Radice

Come eseguire il root di BlueStacks senza sforzo? - Risolto

Cocospy Phone SpyCocoSpy Phone Spy

Android è senza dubbio il sistema operativo mobile più popolare al mondo. Se usi un dispositivo Android, sai già quanto sia facile da usare e personalizzabile. Inoltre, letteralmente, miliardi di app vengono offerte tramite Google Play Store per dispositivi Android. In effetti, ci sono app Android entusiasmanti e utili che sono amate da molti utenti. Tuttavia, queste app sono compatibili solo con i dispositivi Android e non hanno versioni per Mac o PC. Molti utenti (in particolare i giocatori) desiderano poter eseguire quelle meravigliose app Android sui loro computer. La buona notizia è che puoi effettivamente utilizzare le app Android su un computer. Ma, per farlo, hai bisogno dell'assistenza di uno strumento software speciale chiamato emulatore Android. BlueStacks è uno degli emulatori Android più affidabili e popolari che puoi usare.

Android è un sistema operativo basato su Linux. Inoltre, Android offre agli utenti l'opportunità di apportare varie modifiche per ottenere usi avanzati dal dispositivo. Tuttavia, il problema è che le modifiche avanzate hanno richiesto il root del dispositivo in anticipo. Una volta effettuato il root, è possibile modificare i file interni e le configurazioni avanzate del dispositivo.

In effetti, ci sono molti siti Web che affermano di avere la capacità di eseguire il root dei dispositivi Android. Tuttavia, in questa guida, puoi imparare come eseguire il root BlueStacks, l'emulatore Android più affidabile. In effetti, spieghiamo due modi diversi per coloro che vogliono imparare a fare il root su BlueStacks.

PS: potresti anche voler sapere come scaricare e utilizzare JioTV per PC così come come impostare CamScanner per PC. Ed ecco il top Emulatore Android online anche per il tuo riferimento.

Come eseguire il root di BlueStacks con KingRoot (per BlueStacks 2,3 e 4)

Come accennato in precedenza, non c'è carenza di opzioni da considerare quando si cerca un software di rooting. Tuttavia, solo alcuni dei software di rooting fanno effettivamente come promesso. E, KingRoot è uno dei software di rooting più affidabili e potenti dotato di funzionalità impressionanti.

In effetti, la popolarità di KingRoot è aumentata rapidamente perché offre una radice con un clic. Se sei un utente alle prime armi, il rooting con un clic sarebbe estremamente utile per te. Questo perché un processo così semplificato elimina tutto il duro lavoro. KingRoot può installare il binario SU senza sforzo e eseguire il root del rispettivo dispositivo senza problemi. Non è necessario essere tecnici per gestire il processo di rooting finché si dispone di KingRoot. L'interfaccia di questo software è molto intuitiva e conveniente per ogni utente, indipendentemente dall'esperienza. Detto questo, tutto ciò che devi fare è seguire i passaggi indicati di seguito per eseguire il root del tuo Android.

Importante: Dovresti avere una connessione Internet attiva affinché KingRoot funzioni perfettamente sul tuo dispositivo Android. Inoltre, supponiamo che tu abbia già installato l'emulatore BlueStacks Android sul tuo computer.

1) Prima di tutto, è necessario scaricare e installare KingRoot sull'emulatore BlueStacks.

2) Quindi, dovresti avviare l'applicazione come faresti normalmente.

3) Vedrai un messaggio di errore che dice qualcosa del genere; "Errore di stato root" o "il dispositivo non è ancora root". Non ti preoccupare. Questo messaggio appare perché non hai ancora effettuato il root del dispositivo Android. Ora eseguiremo il root del dispositivo e dovrai attenersi ai passaggi indicati.


4) Ora, dovresti fare clic sull'opzione etichettata 'Prova radice'. Si prega di considerare questo come il processo iniziale di rooting. In realtà stai installando il binario SU nell'emulatore (BlueStacks).

5) Attendere qualche istante affinché il processo venga completato gradualmente. La durata necessaria varierà a seconda dei vari aspetti. Se ci vogliono un paio di minuti, non preoccuparti, sii paziente.


6) Ora puoi riavviare l'emulatore e questo è tutto.

Vedrai che l'emulatore BlueStacks è correttamente rootato. Come avresti già capito, Kingroot è un modo molto sicuro ed efficiente per eseguire il root dell'emulatore. Può anche essere utilizzato per il root dei dispositivi fisici. Tuttavia, non vogliamo limitarti a KingRoot, sebbene sia un processo estremamente utile. Ciò significa che ti offriremo un metodo alternativo per eseguire il root dell'emulatore. In questo caso, utilizzeremo uno strumento chiamato BS Tweaker. I passaggi su come eseguire il root di BlueStacks usando BS Tweaker sono menzionati nel paragrafo seguente. Inoltre, dovremmo menzionare che è meglio provare BS Tweaker se KingRoot non funziona per te. In altre parole, raccomandiamo che BlueStacks sia la prima preferenza in questo processo.

Come eseguire il root di BlueStacks usando BS Tweaker?

Bene, come accennato in precedenza, questa sezione della nostra guida ti insegnerà come eseguire il root di BlueStacks usando BS Tweaker. È un dato di fatto, BS Tweaker è uno strumento piuttosto avanzato che è stato creato appositamente per modificare BlueStacks. Con l'assistenza di questo rispettivo strumento, puoi eseguire varie modifiche proprio come suggerisce il nome. Ad esempio, è possibile utilizzarlo per modificare l'ID del dispositivo, GUID e persino per modificare il numero IMEI. Ciò significa che è uno strumento molto avanzato in grado di eseguire varie attività per apportare varie modifiche al dispositivo. Bene, in altre parole, il rooting dell'emulatore è solo un compito semplice per questo potente strumento. Se segui i passaggi indicati di seguito, puoi semplicemente eseguire il root dell'emulatore BlueStacks comodamente.

Ecco la guida dettagliata per eseguire il root BlueStacks utilizzando BS Tweaker.

1) Come primo passo obbligatorio, dovresti scarica BS Tweaker sul tuo computer. Se hai già scaricato lo strumento, devi procedere al passaggio successivo.

2) Avviare BS Tweaker sul computer. Assicurati di eseguire BS Tweaker con i privilegi di amministratore.

3) Dopo aver avviato il software, sarai in grado di vedere il cruscotto di BS Tweaker. La dashboard comprende varie schede e dovrai scegliere la scheda "Principale".

4) Quindi, fai clic sull'opzione "Force Kill BS".


5) Ora dovrai aspettare un po ', quindi i BlueStacks e i suoi indicatori ADB diventano rossi. Quindi, dovresti andare alla scheda etichettata "Helpers". Troverai quindi un'opzione chiamata "Sblocca". Questo si trova sotto l'opzione chiamata 'root per BlueStacks'.

6) Ora dovrai tornare indietro e selezionare la scheda "Main". Dovresti quindi selezionare l'opzione "Avvia BS".

7) Ora che l'emulatore BlueStacks è avviato, c'è ancora un passaggio da seguire. Vai alla scheda etichettata come "Helper", quindi dovresti andare a "Patch".

8) Bene, questo è tutto ciò che devi fare. L'emulatore BlueStacks è ora rootato correttamente.

Bene, se l'emulatore BlueStacks non è rootato anche dopo aver seguito il metodo precedente, cosa dovresti fare? Oppure, se non si desidera seguire tutti i passaggi indicati nella guida? Dovresti arrenderti? Probabilmente no! Tutto quello che devi fare è scaricare una versione di BlueStacks pre-rootata. Questa dovrebbe essere una grande notizia per qualsiasi utente che preferisce la comodità. Ancora più importante, questa è un'installazione offline. Di conseguenza, non si desidera disporre dell'assistenza di una connessione Internet per installare l'emulatore. Puoi semplicemente eseguire una ricerca con la parola chiave "Emulatore BlueStacks pre-rootato"e scarica una soluzione.

È possibile verificare se il BlueStacks è effettivamente rootato?

È importante assicurarsi che l'emulatore BlueStacks sia effettivamente rootato dopo aver seguito tutti questi metodi. Per verificare ciò, ti suggeriamo di utilizzare uno strumento software e chiarirlo. Fortunatamente, ci sono molte app Android che ti diranno se è stato eseguito il root dell'emulatore. Questi strumenti sono disponibili nel Google Play Store sotto forma di app Android. Per scaricare uno di questi strumenti e verificare se l'emulatore è rootato, basta seguire la guida qui sotto.

1) Come primo passo, dovresti ottenere un'app Android per il controllo root scaricato utilizzando Google Play Store.

2) Successivamente, è necessario installare la rispettiva app nell'emulatore BlueStacks, che è già installato.

3) Come passaggio successivo, assicurati che l'app di controllo root sia aperta.

4) Ora tocca l'opzione "Verifica accesso root". Questa opzione potrebbe variare leggermente in base all'app selezionata.

5) Ora dovresti attendere che l'app esegua un controllo se l'app è rootata. Ci vorranno un paio di secondi, quindi sii paziente. Se il rispettivo correttore richiede di concedere l'autorizzazione di accesso alla radice, consentirgli di procedere.

6) Questo è tutto. Riceverai una notifica se l'emulatore è rootato o meno.


Se l'app di controllo root che hai scaricato non richiede l'autorizzazione di root, il tuo emulatore non è ancora stato rootato. Se sei un principiante totale e trovi che le cose siano piuttosto complicate, basta scaricare un BlueStacks pre-root.

Bene, questo è tutto ciò che dobbiamo spiegare come eseguire il root dell'emulatore BlueStacks usando diversi metodi. Una volta effettuato il root dell'emulatore, puoi ottenere un accesso illimitato alla personalizzazione. Spero ti piacerebbe la nostra guida. Buona fortuna!


tag

Articoli Correlati

Chiudi